Inizio stentato per il Palermo guidato da Eugenio Corini, capace di raccogliere solamente sette punti nelle prime otto gare di Serie B. A fare il punto della situazione è Giovanni Gardini, direttore generale del club di Viale del Fante, intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti all’allenamento dei rosanero al “Tenente Onorato“. Di seguito le sue dichiarazioni:

Con il senno di poi avremmo fatto le cose in tempi più celeri? Noi siamo consapevoli che è stata la scelta migliore e ancora oggi siamo convinti di questo. Corini e le due partite per salvare la panchina? Chiedetelo a chi ipotizza questo. Non esiste un limite temporale, le valutazioni vengono fatte giorno per giorno per tutti noi che facciamo i professionisti. Non c’è nessuno a tempo determinato, nel momento in cui si compie una scelta ponderata il tempo è un’opportunità e non un alibi. La differenza è che in allenamento non c’è il risultato da portare a casa e la domenica sì. Questo è fondamentale, la partita è un evento a sé e sono tanti i fattori che determinano il risultato. I risultati oggi non sono confacenti alle aspettative iniziali“.

Articolo precedentePalermo, report clinico sugli infortunati: la situazione di Marco Sala e Jacopo Segre
Articolo successivoPalermo, stop per Crivello in allenamento. Floriano fa lavoro differenziato