Uno dei primi volti nuovi del Palermo targato City Football Group è Marco Sala. Il terzino sinistro è arrivato in Sicilia con la formula del prestito con diritto di riscatto con l’opzione del contro-riscatto da parte del Sassuolo. Dopo aver giocato a Torino con la maglia rosanero, il difensore rimedia un infortunio nel corso della prima giornata di Serie B contro il Perugia, restando ai box per le successive due gare. Questa la conferenza stampa di presentazione di Sala:

Ringrazio la città per l’accoglienza. Quest’inizio è stato particolare. Dopo l’esordio mi sono dovuto fermare, adesso il mio percorso di riabilitazione sta andando per il meglio e a breve spero di essere a disposizione. Speriamo che adesso possa procedere tutto per il meglio. Reggina? Il percorso sta procedendo secondo i tempi previsti e con nessun intoppo, la mia speranza è quella di tornare il prima possibile. Il Palermo deve avere come primo obiettivo quello di consolidare la categoria. C’è una nuova società e bisogna mettere le basi per poi consolidarsi negli anni a venire. Bisogna mantenere la Serie B, parlare di obiettivi ad agosto è forse anche esagerato. Dobbiamo pensare partita dopo partita, ci sono piazze davvero importanti. Compagno di squadra con Brunori ad Arezzo? Quello che ha fatto qua lo scorso anno non devo commentarlo io. In questo momento è secondo in Europa nell’anno solare per numero di gol, c’è poco da dire a riguardo. Qui a Palermo ha avuto una crescita importante, ma già cinque anni fa ha fatto un numero congruo di gol e una grande stagione ad Arezzo. La sua crescita penso sia stata figlia di tanti fattori, come è normale che sia. L’anno scorso mi pare facesse gol ogni palla che toccava e spero possa farlo anche quest’anno (ride ndr). Ci darà una grossa mano perché è un giocatore e una persona davvero eccezionale. Asse con Brunori ad Arezzo? Speriamo si possa ripetere questa combinazione. Sarebbe importante per me contribuire con assist e giocate decisive in avanti”

Articolo precedenteSegre: “La mia prima volta al Barbera. Grazie per il sostegno, vogliamo rifarci subito”
Articolo successivoStulac: “Corini mi aiuterà a migliorare. Il mio impatto al ‘Barbera’ da pelle d’oca”