Riprendersi dopo le due sconfitte consecutive contro Ascoli e Reggina è la “mission” del tecnico Eugenio Corini, il quale affronterà questo venerdì al “Renzo Barbera” uno dei club più ambiziosi della Serie B: il Genoa di Blessin. Tra gli indisponibili del Palermo figurano Broh, ancora sulla via del recupero, e lo squalificato Bettella. Queste le dichiarazioni del tecnico di Bagnolo Mella:

“In un percorso di continuità e rinnovamento è fisiologico che ci siano difficoltà. Comprendo i tifosi e sto male quando perdiamo ma devo fare delle analisi lucide. Non vedo solo del buono nelle prime due di campionato e idem non vedo tutto negativo nelle ultime due. Comprendo la delusione ma non dimentichiamo il punto di partenza. C’è bisogno di tempo e su questo stiamo lavorando. Voglio una squadra che esca dal campo dopo aver dato tutto. Ho già comunicato la formazione questa mattina dopo aver fatto riflessioni. Non voglio cambiare tanto, voglio consolidare l’atteggiamento. Giocherà Marconi al posto di Bettella. L’avversario è una conseguenza. Ogni partita è fondamentale. Genoa? Avversario molto forte che come Cagliari e Parma è la più accreditata per il salto di categoria. Affronteremo il Genoa allo stesso modo di come affronteremmo un’altra squadra. Voglio una reazione emotiva per quello che è successo a Reggio. I discorsi tattici prendono valore se hai controllo emotivo su quello che accade. Reazione caratteriale, voglia di stare dentro le difficoltà per trovare la chiave giusta per far male agli avversari. Ho cercato di far riconoscere questo tipo di situazioni ai miei ragazzi. In queste microstrutture possiamo fare la differenza per poi crescere dal punto di vista tattico. Si tratta di un percorso medio-lungo, ho bisogno di fissare qualche concetto per poi lavorare sulle sfumature. Dobbiamo fare prestazioni gagliarde per portare a casa punti”

“In un percorso di continuità e rinnovamento è fisiologico che ci siano difficoltà. Comprendo i tifosi e sto male quando perdiamo ma devo fare delle analisi lucide. Non vedo solo del buono nelle prime due di campionato e idem non vedo tutto negativo nelle ultime due. Comprendo la delusione ma non dimentichiamo il punto di partenza. C’è bisogno di tempo e su questo stiamo lavorando. Voglio una squadra che esca dal campo dopo aver dato tutto. Ho già comunicato la formazione questa mattina dopo aver fatto riflessioni. Non voglio cambiare tanto, voglio consolidare l’atteggiamento. Giocherà Marconi al posto di Bettella”
Articolo precedenteSegre: “Impatto importante nonostante le sconfitte. La società è solida”
Articolo successivoPigliacelli: “Battuto il Genoa, tra i migliori del campionato. Critiche? Non ci perdo tempo”